Guido Crepax – La mostra per un artista che ha lasciato il segno

196
Crepax-Valentina-mostra Aosta

In Agenzia crediamo alla mescolanza dei linguaggi: cinema, musica, disegno, fumetto, design. C’è una magia che lega insieme ogni forma d’arte, in un gioco di corrispondenze che arricchisce la mente e apre le porte a nuove combinazioni: è la creatività, quell’innata capacità umana che prende l’esistente e lo trasforma in qualcos’altro. Ma non c’è creatività senza curiosità. Tanti sono gli artisti che in Agenzia ammiriamo e che ci ispirano nel nostro lavoro di ogni giorno. Guido Crepax è uno di questi. Maestro del fumetto erotico europeo e una delle matite italiane più apprezzate nel mondo, Crepax è il padre di Valentina, iconico personaggio ispirato alle fattezze dell’attrice Louise Brooks, femme fatale dei primi anni ’20. Impossibile non riconoscere la sua pettinatura inimitabile: Valentina è unica, proprio come Marilyn Monroe, Audrey Hepburn, Judy Garland.

Guido Crepax-mostra-aosta

Chi è Valentina?

Impossibile non pensare a Guido Crepax senza pensare alla sua “bambina”: Valentina Rossellini, così umana che non sembra neppure di carta, piena di difetti, manie, allucinazioni, passioni sensuali. Fotografa spregiudicata e curiosa, persa nei suoi sogni psichedelici senza una bussola, Valentina è diventata nel tempo un’icona, rendendo immortale lei e chi l’ha disegnata. La sua prima apparizione? Nella rivista Linus, dove Valentina è semplice comprimaria dello strabiliante e magico marito Philip (conosciuto con il nome di Neutron). Ma il carisma di Valentina è tanto che finirà con il soffiare il ruolo di protagonista. Prevedibile, no?

La vita di Guido Crepax

Nato a Milano nel 1933, Guido Crepax (all’anagrafe Crepas) inizia la sua carriera come grafico pubblicitario, realizzando nel 1957 la famosa campagna pubblicitaria della Shell (Palma d’oro per la pubblicità). Solo nel 1963 entra nel mondo dei fumetti, rivoluzionandolo con questa esile donna dal carattere forte e dalla complessa personalità. Ma dalla sua matita sono nati altri personaggi, quasi tutti femminili, che meriterebbero un articolo a parte. Scomparso nel 2004, Guido Crepax è stato un protagonista indiscusso della nona arte e tutta l’Italia nel 2021 gli rende omaggio, con una mostra dedicata a lui e alla sua musa.

Guido Crepax

La mostra di Guido Crepax ad Aosta

Oltre 100 opere esposte per raccontare uno dei maestri del fumetto mondiale. La mostra Guido Crepax, I mille volti di Valentina è l’evento imperdibile che ha aperto ad Aosta a giugno 2021, al Centro Saint-Bénin. Un’occasione per conoscere da vicino il mondo di Valentina, attraverso pezzi unici come dischi, abiti, oggetti di design. Non solo: sarà anche l’occasione per scoprire il legame dell’arte di Guido con il cinema, la letteratura, il teatro. Perché ogni forma d’Arte vive e prospera in un dialogo senza barriere. E questo vale anche per la pubblicità.